Otoplastica

Otoplastica

Nessuno vorrebbe un soprannome come Dumbo o Topolino, soprattutto i bambini. Le prese in giro possono danneggiare l'autostima in un momento critico dello sviluppo del bambino. L'otoplastica è un modo semplice ed efficace per rimodellare in modo permanente le orecchie in modo che siano più equilibrate con il resto dei lineamenti del viso.

Che cos'è l'otoplastica?

L'otoplastica, nota anche come chirurgia estetica delle orecchie, è un intervento chirurgico volto a modificare la forma, la posizione o la dimensione delle orecchie.

Perché si fa l'otoplastica?

Otoplastica - 001

Alcuni studi hanno dimostrato che avere orecchie sporgenti può portare a una bassa autostima, all'isolamento e alla mancanza di fiducia. Per questo motivo, alcune persone optano per un intervento di otoplastica. Alcuni genitori scelgono di sottoporre i propri figli a un intervento chirurgico prima che inizino la scuola, per evitare l'imbarazzo e l'insicurezza del loro aspetto.

In generale, l'orecchio esterno ha una funzione minore per l'udito. Tuttavia, contribuisce all'aspetto armonioso di una persona.

Si può ricorrere all'otoplastica se si è infastiditi da quanto le orecchie sporgono dalla testa. Si può prendere in considerazione l'otoplastica anche se l'orecchio o le orecchie sono deformati a causa di una lesione o di un difetto di nascita.

L'otoplastica viene eseguita più comunemente per correggere orecchie grandi o sporgenti. Può anche correggere l'asimmetria dell'orecchio, le orecchie malformate, ripristinare un orecchio esterno mancante alla nascita e riparare un orecchio danneggiato da lesioni traumatiche o malattie.

L'otoplastica può comportare un intervento su una o entrambe le orecchie per correggere alcune aree, come l'orecchio superiore o inferiore, o l'intero orecchio.

Oltre alle orecchie sporgenti, esistono numerosi altri problemi alle orecchie che possono essere risolti con la chirurgia. Questi includono:

  • "orecchio a sghimbescio" quando la punta sembra piegarsi verso il basso e in avanti
  • "orecchio a coppa", che di solito è un orecchio molto piccolo
  • "orecchio a conchiglia", in cui mancano la curva del bordo esterno e le pieghe naturali

L'otoplastica può anche correggere lobi grandi o allungati e lobi con grandi pieghe e rughe. I chirurghi plastici possono anche costruire nuove orecchie per coloro che sono nati senza o che le hanno perse a causa di un trauma. L'otoplastica può essere eseguita insieme ad altri interventi di chirurgia plastica del viso.

Quando si esegue l'otoplastica?

Un buon momento per l'otoplastica è quando il bambino ha 5-6 anni e 90% la crescita dell'orecchio è completa. Questa è la prima età consigliata. Ci si può sottoporre a un intervento di otoplastica a qualsiasi età.

Una tecnica non chirurgica nota come modellamento o splintaggio dell'orecchio può essere efficace se il bambino inizia a essere trattato nelle prime 2-3 settimane di vita.

Tecniche per ridurre la prominenza dell'orecchio

Modellatura o steccatura dell'orecchio

Si tratta di una procedura semplice e sicura, adatta ai neonati nelle prime settimane di vita. Si applica quando la cartilagine dell'orecchio è più morbida. Quando il bambino ha 6-7 settimane di vita, la cartilagine inizia a indurirsi. Durante questo intervento, il chirurgo utilizza una stecca per rimodellare la cartilagine morbida. La stecca sostiene l'orecchio e lo mantiene nella nuova posizione. Sono disponibili diversi tipi di stecche. Sono realizzati in materiale morbido e flessibile. Il chirurgo fissa la stecca all'orecchio con del nastro chirurgico. I genitori devono tenere la stecca in posizione 24 ore al giorno e portare il bambino a fare controlli regolari. Il bambino può avere bisogno di indossare la stecca per alcune settimane o alcuni mesi.

Otoplastica

L'otoplastica viene eseguita da un chirurgo plastico. Si ricorre all'anestesia generale per i bambini e all'anestesia locale per gli adulti. La procedura dura in genere una o due ore. L'intervento viene solitamente eseguito attraverso un'incisione dietro l'orecchio, anche se possono essere utilizzate altre incisioni a seconda delle caratteristiche del singolo paziente. La cartilagine può essere rimossa o rimodellata e quindi fissata con punti di sutura nella nuova posizione per avvicinare l'orecchio alla testa. In alcuni casi, può essere rimossa una parte della cartilagine. L'incisione lascerà una sottile cicatrice, ma sarà dietro l'orecchio e si attenuerà con il tempo.

Chirurgia senza taglio

Alcuni tipi di intervento non richiedono un'incisione. In questo modo i tempi di recupero sono più rapidi e il rischio di complicazioni è minore.

Durante questa procedura, il chirurgo inserisce un ago nella cartilagine per aumentarne la flessibilità. I punti di sutura vengono quindi utilizzati per rimodellare o fissare l'orecchio.

Questo tipo di procedura può non essere adatta a tutti. Ad esempio, se le orecchie sporgenti di una persona sono dovute a un eccesso di cartilagine nella conchiglia dell'orecchio, sarà necessario ricorrere all'otoplastica. Questo perché il chirurgo deve tagliare parte della cartilagine attraverso un'incisione cutanea per ridurre la sporgenza.

Periodo di recupero

Otoplastica - 002

Il processo di recupero dipende in parte dal tipo di intervento chirurgico a cui ci si sottopone.

Dopo l'intervento, il medico posizionerà il bendaggio volumetrico per la testa, che garantisce l'immobilità dell'area operata e consente una guarigione graduale. Il bendaggio viene indossato per 6-7 giorni dopo l'intervento. Il bendaggio può dare fastidio quando fa caldo e disturbare il sonno se si è abituati a dormire sul fianco. Una volta rimosso definitivamente il bendaggio, il paziente potrebbe dover indossare una fascia protettiva sulle orecchie, soprattutto di notte. In questo modo si può evitare che le orecchie si tirino in avanti durante il sonno.

Il dolore postoperatorio dovrebbe essere minimo grazie all'anestetico locale utilizzato durante l'intervento. Il fastidio è prevedibile, ma se il fastidio aumenta fino a diventare dolore e persiste, è necessario avvisare il chirurgo.

Quando le bende vengono rimosse, le orecchie sono leggermente arrossate, gonfie e sensibili. Sembreranno appiattiti e troppo vicini alla testa. Ci vogliono alcune settimane perché le orecchie si adattino lentamente alla posizione corretta finale.

Dopo aver rimosso i bendaggi, è necessario prestare attenzione a pettinare e spazzolare i capelli e alla postura durante il sonno.

È meglio evitare il nuoto e gli sport di contatto per almeno 2 settimane dopo l'intervento.

Il fumo aumenta il rischio di complicazioni post-operatorie dopo l'intervento. Si consiglia di smettere di fumare per 4 settimane prima dell'intervento e per 4 settimane dopo.

Dopo l'intervento, si può notare che

  • indolenzimento per diversi giorni
  • formicolio e pizzicore per diverse settimane
  • lievi ematomi per circa 2 settimane

Avrete la possibilità di:

  • lavare i capelli 14 giorni dopo l'intervento
  • nuotare in 4-6 settimane
  • viaggiare in qualsiasi momento
  • ritorno a scuola in 1-2 settimane
  • partecipare a sport di contatto dopo 12 settimane

Tuttavia, è importante consultare il medico prima di tornare alle attività quotidiane.

Seguire le istruzioni:

Un fattore importante nel processo di recupero è il rispetto delle istruzioni fornite dal chirurgo e dal personale infermieristico dopo l'intervento.

Le loro linee guida sono studiate per favorire il processo di guarigione e prevenire l'insorgere di qualsiasi elemento che possa interferire con la guarigione.

È indispensabile che siate consapevoli di essere un partecipante a questo processo e di essere responsabili di seguire attentamente le istruzioni.

Le istruzioni ricevute dal medico si basano su un'ampia esperienza e sono concepite per offrire le migliori possibilità di recupero senza ritardi e spiacevoli sorprese.

Possibili complicazioni

Tutti gli interventi chirurgici comportano dei rischi. Prima di qualsiasi intervento chirurgico, il chirurgo deve spiegare i rischi della procedura e le possibili complicazioni. I rischi dell'intervento chirurgico includono possibili disagi in caso di complicazioni, che possono comportare un periodo di recupero prolungato.

Rischi specifici dell'otoplastica

Otoplastica - 003

  • Gonfiore e lividi

Un moderato gonfiore e lividi dopo l'otoplastica faranno apparire le orecchie gonfie e di colore viola quando le bende vengono rimosse. Questo problema si risolve in breve tempo. Un gonfiore e un'ecchimosi gravi possono indicare una complicazione.

  • Disagio e dolore

Un fastidio o un dolore da lieve a moderato è normale dopo l'intervento all'orecchio. La rapida insorgenza di un dolore costante e unilaterale può indicare una complicazione come una raccolta di sangue (ematoma), un'infezione o una reazione allergica.

  • Nausea e perdita di equilibrio

La nausea e la perdita di equilibrio sono un evento comune, di solito temporaneo, dopo l'otoplastica. È associata a gonfiore intorno all'orecchio interno e a bendaggi intorno alla testa.

  • Emorragia ed ematoma

Un'emorragia persistente sotto la pelle può portare a una raccolta di sangue (ematoma). Un ematoma provoca un dolore improvviso e prolungato su un lato o la fuoriuscita di sangue da sotto le bende.

  • Infezione

L'infezione che si verifica dopo l'otoplastica può manifestarsi con dolore a un orecchio nel terzo o quarto giorno post-operatorio. Sarà necessario un trattamento con antibiotici per via orale.

  • Cambiamenti nel contorno della pelle

Dopo l'otoplastica possono verificarsi disturbi del contorno. Possono verificarsi rughe visibili e palpabili della pelle e della cartilagine dell'orecchio. Può essere necessario un ulteriore intervento chirurgico per correggere le irregolarità.

  • Asimmetria

Il volto umano è solitamente asimmetrico e le orecchie variano per forma, dimensione, posizione e grado di prominenza. Ne consegue che dopo l'otoplastica le orecchie non saranno perfettamente uniformi.

  • Ricorrenza della convessità

Il tasso di recidiva è dell'ordine del 3% e può essere legato a complicazioni con le suture o a infezioni. Può essere necessario un ulteriore intervento chirurgico.

  • Cicatrici ipertrofiche e cheloidi

La cicatrice dopo l'otoplastica si trova solitamente nel solco tra l'orecchio e il lato della testa. La formazione di cicatrici cheloidi e ipertrofiche si sviluppa in circa 2% delle persone. La chiusura della pelle o un'infezione possono contribuire alla formazione di cicatrici cheloidi.

Per trattare le cicatrici anomale possono essere necessari ulteriori interventi, tra cui iniezioni di steroidi nella cicatrice o interventi chirurgici di revisione.

  • Sensibilità dell'orecchio

La sensibilità dell'orecchio è comune dopo un intervento chirurgico all'orecchio e può durare per più di 6 mesi.

  • Formicolio

Una temporanea diminuzione della sensazione cutanea o un formicolio alle orecchie sono comuni dopo l'intervento alle orecchie. Il ritorno della sensibilità può richiedere fino a 18 mesi dal momento dell'intervento.

  • Cucitura ed estrusione del bordo

Le suture profonde sotto la pelle possono talvolta estrudere o formare un granuloma (nodulo) prima di dissolversi. La sutura problematica viene rimossa senza alcun effetto sul risultato finale.

  • Risultato indesiderato

Potreste essere delusi dall'esito dell'intervento. È importante avere aspettative realistiche sui risultati dell'otoplastica. Può far apparire le orecchie meno prominenti, ma una simmetria perfetta non è sempre possibile.

Ne vale la pena?

L'otoplastica è di solito un intervento sicuro e di successo, con un alto tasso di soddisfazione.

È stato riscontrato che le persone sentono di avere una migliore qualità di vita dopo essersi sottoposte all'otoplastica per ridurre la visibilità delle orecchie.

Prima di scegliere l'intervento chirurgico, una persona dovrebbe discutere i pro e i contro con il medico e cercare lo specialista giusto per lei, con il quale stabilire esattamente e chiaramente l'obiettivo che si prefiggeranno insieme.

Noi di ZIC Medical Karadje possiamo mettervi in contatto con alcuni dei migliori specialisti al mondo che sapranno soddisfare le vostre aspettative e aiutarvi a raggiungere l'armonia che cercate. Non esitate a contattare i nostri consulenti! Fate subito il primo passo verso una vita migliore!

Nessun commento

Invia un commento

I nostri uffici nel paese:

Sede centrale Sofia:

Str. Generale Ivan Kolev, 33 B
Bulgaria, Sofia
+359 878 500 940
+359 879 977 402

Ufficio di Burgas:

Str. Ivan Vazov 75
Bulgaria, Burgas 8000
+359 877 500 163

Ufficio B. Tarnovo:

Blvd. Bulgaria 8
Bulgaria, Veliko Tarnovo
+359 879 007 420

Ufficio di Plovdiv:

Blvd. Hristo Botev 92, RILON Business Centre, piano 2
Bulgaria, Plovdiv
+359 879 009 742

Ufficio di Velingrad:

Blvd. 83
Bulgaria, Velingrad
+359 878 500 720

Ufficio di Kardzhali:

Str. Dedeagach 7 (Centro)
Bulgaria, Kardjalitel.

+359 878 500 810

0361 / 22 833

"*" indica i campi obbligatori

*
Email*
AAAA barra MM barra GG
Nascosto
Lasciare i file qui o
Tipi di file accettati: jpg, pdf, Dimensione massima del file: 2 MB, File massimi: 3.

    Appuntatelo su Pinterest

    Azioni
    Condividi questo